L’inizio del cambiamento: 4 strategie per gestirlo e capirlo

inizio del cambiamentoDopo che ti sei impegnato a fondo per riuscire ad attuare un cambiamento personale, o organizzativo, ed hai effettuato la transizione dal vecchio stato al nuovo stato, riesci a capire se sei all’inizio del cambiamento (cioè il nuovo stato desiderato)?

Oppure sei ancora fermo ed hai bisogno capire come dare la giusta spinta?

Questo articolo ti può aiutare.

Come esplorato in precedenza, il cambiamento è un processo che ci porta da uno stato ad un altro attraverso una transizione.

Il cambiamento è ciò che stai cercando di ottenere, o lo stato che cerchi di cambiare.

La transizione, invece, è il processo interno che tu, o le persone, devono attraversare per adattarsi al cambiamento e al nuovo stato che si presenterà dopo.

Finché le persone non passeranno con successo dal vecchio modo al nuovo modo, il cambiamento non avverrà.

Anche se la transizione è un processo umano normale, naturale e necessario, alcune persone la negano e la evitano.

La transizione necessaria a un cambiamento è composta di tre fasi distinte:

  1. La terminazione del passato
  2. L’esplorazione del futuro
  3. Il nuovo inizio

Per approfondire le prime due fasi leggi gli articoli

>>> Favorire il cambiamento: 4 strategie per superare il passato

>>> Paura del cambiamento: 4 strategie e 4 passi per superarla

Il questo articolo approfondiremo la fase del “nuovo inizio” o anche “inizio del cambiamento

Come comprendere l’inizio del cambiamento

L’inizio del cambiamento comincia quando tu e/o le altre persone siete in grado di relazionarvi al cambiamento che si sta verificando e vi impegnate per implementarlo.

Ricorda sempre che il cambiamento è un evento esterno in cui c’è un schema logico dettato dall’evento stesso del cambiamento, se è esso ciclico (es. stagionale o dettato da una causa di forza maggiore), oppure dalle decisioni di una o più persone (es. il leader di un gruppo o di un’organizzazione), se è intenzionale o strategico.

Una volta che tutti gli elementi di un cambiamento sono stati completati, non accade nulla finché tu o gli altri non siete in grado di dedicare le energie a realizzare il cambiamento.

Questo impegno avviene proprio nella fase di inizio del cambiamento.

Quando sei all’inizio del cambiamento, sentirai che stai iniziando ad ambientarti nel tuo nuovo ambiente o stato. Ti occuperai di più dei tuoi compiti e della tua organizzazione.

Potresti ancora sentirti nervoso per il caos nato nella fase precedente di esplorazione del futuro, ma questa sensazione ora sarà accompagnata dall’eccitazione per le opportunità che si trovano davanti a te.

Quali informazioni dovresti avere nella fase iniziale del cambiamento

Poiché parte della fase di inizio del cambiamento consiste nel fornire supporto al nuovo sistema, o stato, determinato dal cambiamento, dovresti avere le informazioni sufficienti per sentirti a tuo agio nel fornire il tuo supporto anche agli altri.

Soprattutto, dovresti conoscere e capire il motivo del cambiamento e sapere quali sono i nuovi obiettivi. Conoscere queste informazioni ti aiuterà a trovare il tuo posto nel nuovo ambiente.

Quali sono le risposte comuni e i bisogni delle persone all’inizio del cambiamento?

In questa fase finale della transizione, le persone iniziano a dedicarsi nuovamente ai propri compiti nella sua forma nuova e modificata. Quando le persone si riorientano, si lasciano dietro i sentimenti negativi nati nella fase di esplorazione del futuro.

Le attività di tutti sono caratterizzate da azioni dirette al raggiungimento del successo nel loro nuovo contesto.

Quando le persone stabiliscono le nuove priorità, identificano i nuovi obiettivi e sviluppano le nuove alleanze, la loro prospettiva si sposta dal passato al futuro.

Le persone si sentono più entusiaste ed energiche di quanto non lo siano stare da quando è iniziato il cambiamento.

I bisogni delle persone all’inizio del cambiamento sono elementi importanti durante il periodo di transizione, ma sono particolarmente importanti in questa fase.

Ci sono due esigenze che aiutano le persone a completare con successo la transizione:

  • Partecipazione;
  • Allineamento

Partecipazione

All’inizio del cambiamento è tempo che le persone smettano di analizzare il cambiamento. Questo è il momento di iniziare a tradurre le idee in azioni.

Le persone hanno bisogno di avere l’opportunità di partecipare, ma devono anche assumere un impegno personale per essere coinvolte e rimanere attive.

Allineamento

Le risposte delle singole persone al cambiamento influenzano e sono influenzate anche dalle altre persone che le circondano.

Quando all’inizio del cambiamento cominci a connetterti con il futuro, devi capire se la tua risposta al cambiamento è coerente o compatibile, ma non necessariamente uguale agli obiettivi dell’organizzazione.

Come gestire l’inizio del cambiamento

Ci sono molte cose che puoi fare che ti aiuteranno a gestire la fase dell’inizio del cambiamento.

Ciascuno di questi sforzi sono passaggi che ti aiuteranno a completare con successo la transizione:

  • Agisci concretamente
  • Sviluppa nuove alleanze
  • Mantieni un atteggiamento positivo
  • Premiati

 Agisci concretamente

L’inizio del cambiamento è il momento in cui iniziare a pensare in termini di azioni specifiche e stabilire dei tempi fissi in cui concentrarsi sulle nuove opportunità che ci attendono.

Può essere utile in questo momento elencare i passaggi che devi completare per continuare ad andare avanti e tradurre le tue idee in azione.

Questa fase di transizione è anche un buon momento per prendere decisioni proattive sul futuro ed è un momento perfetto per stabilire nuove priorità, se necessario.

Sviluppa nuove alleanze

L’inizio del cambiamento è il momento di connettersi o riconnettersi con il nuovo ambiente o stato. Questo compito consisterà principalmente di costruire nuove reti e creare nuove alleanze mentre inizi a capire dove meglio ti adatti nel nuovo sistema.

Man mano che ti vengono assegnati nuovi compiti, identifica le risorse che possono aiutarti a completare le attività. Allo stesso tempo, altri ti cercheranno come risorsa per aiutare con i loro compiti.

Tuttavia, quando si verifica un cambiamento improvviso, sarà necessario creare nuove alleanze il più rapidamente possibile per lavorare in modo produttivo nel nuovo sistema.

È spesso possibile trovare opportunità per sviluppare queste nuove alleanze attraverso riunioni e seminari. Non aver paura di entrare in contatto con gli altri. Renditi conto che è molto probabile che siano altrettanto interessati per creare nuove e utili alleanze con te.

Mantieni un atteggiamento positivo

Sebbene la fase dell’inizio del cambiamento sia l’ultimo passaggio del processo di transizione dal vecchio al nuovo stato, aspettati che ci siano ancora alcune frustrazioni.

Durante questo periodo, è utile rimanere in contatto con le tue emozione e mantenere un atteggiamento positivo.

Sii consapevole che si possono presentare nuovi fattori di stress. Prendi nota di tutte le differenze che ti circondano e ascolta attentamente i tuoi superiori, i tuoi collaboratori, i tuoi colleghi e te stesso per identificare queste fonti di stress.

Premiati

Fai qualcosa per celebrare i progressi che hai fatto. Rallenta, goditi la novità e prenditi del tempo per te stesso.

Per concludere, ti consiglio di comunicare, costantemente con gli altri i tuoi sentimenti, rispetto al cambiamento che si sta attuando, dando anche il tuo feedback per migliorare, evitando di dare la colpa per ogni eventuale e naturale problema che può nascere all’inizio del cambiamento.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <