I livelli della comunicazione: 9 modi per andare oltre le parole

livelli della comunicazioneUn errore comune che facciamo tutti quando cerchiamo di comunicare con gli altri, è quello di credere che il messaggio e le parole siano tutto quello che che conta.

Ma la realtà è che la comunicazione va ben oltre le parole e ci sono più livelli della comunicazione quando cerchiamo di connetterci con le persone.

Importanti studi, hanno scoperto che la comunicazione faccia a faccia può essere suddivisa in tre componenti principali: parole, tono della voce e linguaggio del corpo.

Puoi approfondire con l’articolo

Come comunicare efficacemente: le 10 cose che devi sapere

In alcune situazioni, quando i messaggi verbali e non verbali non sono coerenti, ciò che le persone ci vedono fare e il tono che usiamo può superare di gran lunga qualsiasa parola che diciamo mentre proviamo a comunicare. Di solito

  • Ciò che diciamo rappresenta solo il 7% di ciò che si recepisce;
  • Il modo in cui lo diciamo rappresenta il 38%;
  • Ciò che gli altri vedono o sentono rappresenta il 55%.

Come già esplorato nell’articolo

>>> I principi della comunicazione: le 5 chiavi giuste per connettersi

Il terzo dei principi di comunicazione afferma che

Per creare una vera connessione con gli altri, non è importante solo quello che essi ascoltano (le tue parole), ma anche cosa vedono (il linguaggio del tuo corpo), cosa provano (le emozioni che infondi in loro).

Per andare oltre le parole, bisogna saper comunicare anche attraverso gli altri livelli della comunicazione.

Vediamo come.

I 4 livelli della comunicazione efficace

Ogni volta che provi a connetterti con qualcuno, puoi inizialmente supporre che ciò che dici (le tue parole) sia il fattore decisivo nello stabilire la connessione o meno con il tuo interlocutore.

Abbiamo già detto che questo non è corretto, poiché per effettuare una connessione autentica, devi connetterti su 4 diversi livelli della comunicazione

  • Visivo
  • Intellettuale
  • Emozionale
  • Verbale

Connessione Visiva – Cosa vedono gli altri

A livello visivo l’altra parte deve vedere che gli stai prestando attenzione, piuttosto che tentare di fare diverse altre cose contemporaneamente.

Spesso, si tratta di eliminare le distrazioni. Se stai parlando al cellulare, è improbabile che l’altra persona sia motivata a raccontarti i suoi problemi.

Allo stesso modo, se sei mal curato o indossi abiti completamente inappropriati, non stai esattamente gettando le basi per diventare influente.

Dopo aver compreso queste nozioni di base, devi anche imparare a essere esternamente espressivo. Se parli sempre con una faccia neutra, le persone si sentiranno a disagio intorno a te.

Devi segnalare con le tue espressioni facciali che la conversazione ti piace. Sorride ed abbi una postura aperta. Cerca di sbarazzarti di qualsiasi barriera tra te e la persona, o le persone, con cui stai cercando di comunicare.

Assumiti la piena responsabilità di fornire agli altri continuamente gli indizi verbali che sei presente e impegnati su ciò che stanno dicendo, piuttosto che sembrare distratto e disinteressato.

Connessione Intellettuale – Cosa comprendono gli altri

A livello intellettuale devi conoscere l’argomento di cui parli e anche te stesso.

Quando si tratta di raggiungere il cuore di un’altra persona, devi avere avuto un’esperienza personale sull’argomento di cui stai parlando.

Se il tuo pubblico non riesce a sentire che hai vissuto e respirato il tuo argomento, ci sarà una lacuna di credibilità.

Allo stesso modo, se non puoi esprimere ciò che sai, ciò provocherà anche una disconnessione. I comunicatori efficaci sono sempre a proprio agio con la propria pelle e sicuri delle proprie possibilità.

Connessione Emozionale – Cosa sentono gli altri

A livello emozionale devi conquistare i cuori delle persone prima di avere qualsiasi possibilità di conquistare le loro menti.

Le persone sono attratte da coloro che hanno carisma perché c’è un incredibile trasferimento di energia in corso. Le persone ascolteranno le tue parole, ma sentiranno e ricorderanno l’energia e la passione che porti all’argomento.

Quando parli con le persone, aiutale a sentire quello che senti. Non limitarti a dare loro i fatti, ma inietta anche le tue emozioni e percezioni.

Connessione Verbale – Cosa ascoltano gli altri

A livello verbale dovresti sfruttare il potere delle parole giuste per ottenere il massimo effetto.

Le parole sono la valuta delle idee e hanno avuto il potere di cambiare il mondo dai tempi più lontani

Scegli le parole che sono positive e memorabili. Fai in modo che ciò che dici trasmetta la fiducia. Scopri come sfruttare il tuo tono di voce, l’uso dell’inflessione e dei tempi come alleati nella tua causa.

Non devi essere un genio per connetterti altre persone. Né hai bisogno di una gran quantità di carisma o della presenza scenica di un maestro oratore.

Tutto ciò che devi fare è essere positivo, credere in te stesso, concentrarti sugli altri e connetterti con loro emotivamente, verbalmente, intellettualmente e visivamente.

I 9 modi per comunicare oltre le parole

L’obiettivo principale per stabilire una giusta connessione e comunicare efficacemente è saper andare oltre le parole e sfruttare al meglio tutti i livelli della comunicazione.

Il concetto chiave alla base di tutto è:

Più fai per andare oltre le parole, maggiore è la possibilità che tu possa connetterti con le persone.

Come già visto negli altri principi sulla comunicazione, anche l’applicazione del terzo principio ha tre modalità di connessione:

  • Connessione uno a uno;
  • Connessione con un gruppo;
  • Connessione con il pubblico.

Connessione uno a uno

Le persone spesso trascurano l’importanza degli aspetti non verbali della comunicazione quando provano a connettersi con un’altra persona. Molto spesso, non fanno il possibile per connettersi andando oltre le parole.

Per migliorate la connessione uno a uno:

  1. Connettiti visivamente dando all’intera persona la tua completa attenzione. Gli occhi sono le finestre dell’anima; vedi il cuore dell’altra persona e mostra il tuo cuore.
  2. Connettiti intellettualmente ponendo domande, ascoltando attentamente e prestando attenzione anche a ciò che non viene detto.
  3. Connettiti emotivamente attraverso il tocco (facendo attenzione a rispettare i confini personali e restare appropriato con le persone del sesso opposto).

Connessione con un gruppo

Il collegamento con un gruppo è un modo eccellente per imparare a pensare e comunicare come un allenatore.

È un ambiente interattivo in cui puoi effettivamente mostrare alle persone cosa fare, mentre dai loro un feedback.

In un ambiente di gruppo:

  1. Connettiti visivamente dando l’esempio. Le persone nel gruppo faranno ciò che vedono.
  2. Connettiti intellettualmente investendo nella crescita delle persone. Costruisci su ciò che già conoscono in modo che possano svilupparsi a un livello superiore.
  3. Connettiti emotivamente onorando lo sforzo del gruppo e premiando il suo lavoro.

Connessione con il pubblico

Parlare con un pubblico è la più difficile delle tre modalità quando si tratta di comunicare oltre le parole. Perché?

Perché quasi tutta la nostra comunicazione da un palcoscenico è basata su parole!

Tuttavia, puoi ancora apportare miglioramenti immediati alla tua comunicazione non verbale facendo tre cose, specialmente all’inizio di una presentazione:

  1. Connettiti visivamente sorridendo. Ciò consente alle persone di sapere che sei felice di comunicare con loro.
  2. Connettiti intellettualmente facendo una pausa strategica per dare al pubblico il tempo di pensare a quello che hai detto.
  3. Connettiti emotivamente attraverso espressioni facciali, risate e lacrime

Per finire, possiamo affermare che, qualunque sia il nostro interlocutore, una persona, un gruppo o un pubblico, è fondamentale non basare la nostra comunicazione solo sulle parole, poiché quello che diciamo è solo uno dei livelli della comunicazione.

Bisogna andare oltre le parole e comunicare anche con gli altri livelli della comunicazione, connettendosi alle persone anche in  modo visivo, intellettuale ed emotivo.

Alla prossima.


L’articolo è una mia personale interpretazione delle Tutti Comunicano, Pochi Si Connettono di John Maxwell, che ti consiglio di leggere.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <