Come costruire un atteggiamento positivo

Aiutami a condividere

attegiamento positivoQual’ è il tuo l’atteggiamento nei confronti di ciò che ti circonda?

Come ti poni nei confronti della vita, delle persone e delle situazioni?

Il tuo atteggiamento determina come vivi la tua vita.

Anche se sei nel bel mezzo della tua vita da un bel pezzo, scegli sempre un atteggiamento positivo.

Un atteggiamento positivo ti rende più felice, più resiliente e migliora le tue possibilità di successo.

Inoltre, avere un atteggiamento positivo ti rende più creativo e ti aiuta a prendere decisioni migliori.

Per finire, ci sono studi che dimostrano che le persone hanno un atteggiamento positivo vivono più a lungo rispetto a quelle che non lo hanno.

In questo blog abbiamo già parlato dell’importanza dell’atteggiamento mentale in vari articoli.

Nel post Scopri quanto l’atteggiamento fa la differenza nella leadership, si è parlato dell’atteggiamento come il terzo dei sei ingredienti per fare un leader,

mentre nel post  Il potere di un atteggiamento positivo si è dato risalto a una della principali qualità del leader.

Ma come si può costruire un atteggiamento positivo?

Questo articolo ti aiuterà a farlo.

Scopriamolo insieme.

Cos’è l’atteggiamento

Possiamo provare a spiegare l’atteggiamento attraverso alcune definizioni che possono aiutare a caratterizzarlo:

  • L’atteggiamento è il nostro stato mentale o mentalità;
  • L’ atteggiamento è il modo in cui guardiamo e valutiamo le cose e le persone;
  • L’atteggiamento è fatto da affermazioni mentali valutative su ciò che ci circonda;
  • L’atteggiamento indica i nostri sentimenti favorevoli o sfavorevoli verso oggetti, eventi o persone.

In poche parole l’atteggiamento esprime tutto quello che sentiamo, proviamo e pensiamo e verso qualcosa o qualcuno e le conseguenti azioni che ne scaturiscono.

Per esempio se qualcuno dice “Mi piace insegnare“, sta esprimendo il suo atteggiamento nei confronti del suo lavoro o di un’attività che vorrebbe fare.

In definitiva l’atteggiamento è una valutazione cognitiva e affettiva che predispone una persona ad agire in un certo modo.

Infatti le tre componenti principali dell’atteggiamento sono

  • Le cognizioni (o pensieri)
  • Gli affetti (o sentimenti)
  • Il comportamento (azioni e reazioni)

Facciamo un esempio.

Supponiamo di scomporre il mio atteggiamento verso il lavoro espresso nella valutazione mentale “Il mio lavoro è interessante, lo amo e di conseguenza ho intenzione di arrivare a lavorare presto con il sorriso in faccia”.

La parte di pensiero “il mio lavoro è interessante” è la componente cognitiva; la parte “io amo il mio lavoro” è la parte affettiva; la parte “ho intenzione di arrivare a lavorare presto con il sorriso in faccia” è la parte comportamentale che metto in atto.

Come si forma l’atteggiamento di una persona

Per capire come si forma l’atteggiamento in ognuno di noi, partiamo elencando alcune principali caratteristiche dell’atteggiamento:

  • È legato ai sentimenti e alle convinzioni sulle persone;
  • È una risposta alle persone, agli oggetti e agli eventi;
  • Influisce sul comportamento in modo positivi o negativo;
  • È mutevole e subisce dei cambiamenti;
  • Influisce sulla la percezione e, a sua volta, il comportamento;
  • Non si eredita;
  • È acquisito e appreso dall’ambiente in cui una persona interagisce.

Proprio in riferimento a quest’ultima caratteristica, possiamo dire che l’apprendimento dell’atteggiamento viene fatto attraverso due fonti: l’esperienza diretta e apprendimento sociale.

Apprendimento attraverso l’esperienza diretta

L’esperienza diretta che una persona ha con un oggetto, con una persona, con una essere vivente o con una situazione, è una potente fonte di formazione del suo atteggiamento.

In altre parole, gli atteggiamenti delle persone si formano sulla base della proprie esperienze passate con altre persone, essere viventi, oggetti e situazioni.

Apprendimento attraverso l’osservazione sociale

Il processo di derivazione dell’atteggiamento da parte di gruppi di pari diritti, da organizzazioni religiose, culturali e politiche è chiamato apprendimento sociale

Nell’apprendimento sociale, una persona acquisisce l’atteggiamento dal proprio ambiente in modo indiretto, principalmente osservando il modello sociale dell’ambiente in tre modi:

  • Per attenzione, concentrandosi su qualcosa che interessa;
  • Per ritenzione, ritenendo ciò che viene osservato;
  • Per riproduzione, riproducendo più volte un comportamento;
  • Per motivazione, quando si trova la motivazione per imparare dal modello sociale.

Come costruire un atteggiamento positivo

Attraverso l’atteggiamento, quindi, comunichi il tuo umore agli altri.

Il modo in cui percepisci il mondo e la tua posizione in esso influenza direttamente i tuoi rapporti con gli altri.

Un’immagine positiva di te rafforzerà e migliorerà sia le relazioni professionali che quelle personali.

Il tuo atteggiamento è il tuo focus mentale sul mondo esterno.

Come quando usi una fotocamera per mettere a fuoco quello che devi fotografare, così puoi anche focalizzare la tua mente su ciò che ti piace. Puoi sempre scegliere di vedere le situazioni come opportunità o come fallimenti. Per esempio:

  • Una calda giornata estiva può essere bella o brutta;
  • Una riunione di lavoro può essere interessante o noiosa.

Se sei consapevole di quanto detto allora puoi riprogrammare il tuo atteggiamento e farlo tendere dalla parte positiva.

Quando sei ottimista e prevedi incontri di successo, trasmetti un atteggiamento positivo e le persone di solito rispondono in modo favorevole.

Quando sei pessimista e ti aspetti il peggio il tuo atteggiamento è spesso negativo e le persone tendono ad evitarti.

Basta semplicemente prendere l’immagine della vita che si desidera prendere. Ecco due tecniche simili.

Enfatizzare il positivo e sminuire il negativo.

Enfatizzare il positivo e sminuire il negativo è come usare una lente d’ingrandimento.

Puoi mettere la lente sulle buone notizie e sentirti meglio, oppure puoi ingrandire le cattive notizie e renderti infelice.

Ingigantire le situazioni può diventare un’abitudine: se continui a concentrarti sulle situazioni difficili, il risultato sarà una distorsione esagerata dei problemi.

La tecnica del Binocolo

  1. Immagina di avere un binocolo
  2. Usa l’estremità che ingrandisce per vedere le cose positive
  3. Usa l’altra estremità ogni volta che incontri elementi negativi per farli sembrare più piccoli
  4. Una volta che sai evidenziare il positivo, sei sulla buona strada.

Conclusioni

Ti voglio ricordare che

l’atteggiamento non è mai statico, ma è un processo percettivo dinamico in corso.

La tua sfida costante può essere riassunta in tre affermazioni

  1. Spingi i fattori negativi sul perimetro esterno del tuo pensiero
  2. Nessuno può essere sempre positivo
  3. L’eccessivo ottimismo non è realistico

A meno che tu non sia in costante attenzione, gli atteggiamenti negativi possono sempre scivolare nella tua mente, facendoti passare il tempo a pensare alle difficoltà piuttosto che alle opportunità

Se i fattori negativi rimangono in giro per molto tempo, si rifletteranno nella tua disposizione verso il mondo esterno, per cui il positivo potrebbe essere ancora lì, ma potrebbe essere oscurato dal negativo.

Alla prossima

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti alla newsletter di Sviluppo Leadership, acconsenti a ricevere periodicamente delle e-mail con novità, risorse, consigli e promozioni occasionali relativi ai temi che tratta questo blog. I tuoi dati non verranno condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra Privacy Policy

Aiutami a condividere

Lascia un commento