L’errore n° 1 della Leadership.

Aiutami a condividere

Con questo articolo apro una serie di articoli che parleranno dei più diffusi errori che commettono i leader.

Ti starai chiedendo perché parto dagli errori ?

Per poter sviluppare la leadership ed  essere un leader efficace, non pensare di trovare una ricetta magica, applicarla ed il giorno dopo avviene la trasformazione, né tanto meno leggere qualche libro che il giorno dopo hai già dimenticato.

La leadership efficace passa attraverso un processo di trasformazione che richiede tempo, impegno, sacrificio ed anche errori.

Siccome la strada può essere lunga, sarai d’accordo con me che è meglio parlare prima delle insidie che cela il percorso!

Nessun leader può evitare gli errori, anzi essi sono quelli che aiutano a crescere, ma avere consigli da altri leader può essere di grande aiuto.

Da numerose interviste a tanti leader attuali e del passato, il più grande errore è (per questo lo chiamo il n°1):

  • anteporre i propri interessi rispetto al gruppo di cui si è leader

(per gruppo intendo un’istituzione, un’organizzazione, un’azienda, un’associazione, una squadra, etc. )

Tale errore va a minare l’integrità del leader, un fattore molto importante per una leadership efficace, sbilanciandolo nei confronti dei 5 elementi costituenti lo spazio di relazione della leadership.

In che modo il leader o i suoi seguaci/collaboratori possono capire   che  il leader sta commettendo questo errore?

In realtà ci sono segni premonitori che, a loro volta, sono altri errori che spesso un leader può commettere:

  • pensare che la leadership sia per sempre, cercando di conservarla anche quando è chiaro a tutti che è arrivato il momento di cedere il passo;
  • non ammettere più i propri errori evidenti;
  • non comportarsi onestamente;
  • non creare altri leader per la successione, circondandosi solo di seguaci che non possono minacciare la sua posizione;
  • ostentare i privilegi di essere leader e non condividerli con i collaboratori;
  • iniziare ad essere autoritario;

Attenzione! Questo errore è tipico:

  • del leader di lungo corso
  • della persona arrivista che viene messa in una posizione di responsabilità:

entrambi pensano di essere arrivati , ma un leader, se vuole ancora essere tale,  non deve mai pensare di essere arrivato.

La leadership è in continuo sviluppo .

Sei d’accordo con me su questo errore del leader oppure pensi che ce ne sia qualche altro ancora più grande?

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Aiutami a condividere

Discussion

  1. franz
    • Pasquale
  2. Maurizio
    • Pasquale
  3. Maurizio

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <