Le 8 migliori qualità di un collaboratore efficace

Aiutami a condividere

collaboratore efficaceSei o non sei un seguace o collaboratore efficace?

Il componente medio della tua squadra è un seguace o collaboratore efficace?

Il legame che c’è tra la leadership, il management e le organizzazioni ormai è compreso e riconosciuto da tutti.

Migliorare la leadership significa migliorare il management e, di conseguenza, aumentare le probabilità di avere prestazioni migliori.

Per approfondire, leggi i due tutorial

>>> Il buon manager è anche un leader?

 >>>Basta essere solamente un leader?

L’altra faccia della medaglia della leadership, in modo imprescindibile, è il gruppo, la squadra di collaboratori o seguaci, all’inglese la “followership”.

È talmente evidente che la leadership è fondamentale per le prestazioni, ma curiosamente, alla followership viene dedicato solo una piccola parte dello spazio dedicato alla leadership.

La followership è un concetto semplice.

È la capacità di seguire la giusta direzione, di seguire ordinatamente un programma, un obiettivo, di far parte di una squadra e di realizzare ciò che ci si aspetta da te.

Ho dedicato alcuni articoli al concetto di followership e nell’articolo

>>>Ecco cosa si aspetta un vero leader dai suoi seguaci

abbiamo approfondito le aspettative del leader verso il collaboratore efficace.

In realtà l’etichetta “seguace efficace” o “collaboratore efficace” può essere un complimento alla rovescia, perché nella realtà pratica ciascuno di noi non raggiunge delle posizioni di responsabilità sempre più alte come leader, senza dimostrare una capacità di seguire e funzionare efficacemente in un gruppo.

Followership: l’altra faccia della leadership

La verità è che nelle organizzazioni ciascuno, in base al livello di leadership, è sia un leader sia un seguace.

La followership può sembrare di avere un posto secondario rispetto alla leadership, ma invece conta e conta molto.

Laddove la followership fallisce non molto si riuscirà a fare e quello che poco che viene fatto non è quello che era giusto fare.

I problemi di followership che fallisce si manifestano in una scarsa etica del lavoro, in un cattivo morale, nella distrazione dagli obiettivi, in clienti insoddisfatti, in opportunità perse, in costi elevati, in problemi di qualità del prodotto e scarsa competitività.

In sintesi, una leadership debole e una followership debole, sono due facce della stessa medaglia.

La conseguenza è sempre la stessa: confusione organizzativa e scarse prestazioni.

È compito del leader formare, ispirare e addestrare la squadra acquisendo o formando dei collaboratori o seguaci efficaci nel ruolo e in alcuni casi eliminare le mele marce.

Vedi anche

>>>La Legge della Cerchia Ristretta

>>>La Legge della Mela Marcia

>>>I 7 tipi di persone che devi allontanare dal tuo gruppo

Ma è anche compito di ogni seguace e/o collaboratore efficace comportarsi con coscienza, in quanto,

più sarà la tua capacità di essere un seguace efficace e saper di lavorare in squadra, tanto più avrai la possibilità di apprendere i fondamenti della leadership e, se lo vorrai, aspirare ad intraprendere un percorso da leader, con le responsabilità che ne derivano.

Detto questo, esaminiamo da vicino quali sono le principali qualità di un seguace efficace.

Le 8 migliori qualità del collaboratore efficace

Il collaboratore effiace ha un certo numero di qualità.

Responsabilità

Un collaboratore efficace avverte un senso di responsabilità personale e appartenenza all’organizzazione e alla missione di questa.

Il collaboratore effiace si assume sempre effiace la responsabilità del suo comportamento e del suo impatto sull’organizzazione.

Egli non ha la presunzione che il leader o l’organizzazione provvederà alla sua crescita personale o all’autorizzazione ad agire.

Il collaboratore efficace, invece, avvia o sfrutta le opportunità attraverso cui può raggiungere le sue soddisfazioni personali, accrescere il suo potenziale e dare un contributo all’organizzazione con il massimo apporto delle sue capacità.

Giudizio

Un collaboratore efficace segue la direzione che gli viene proposta dal leader, ma ha l’obbligo per la sua squadra, l’organizzazione o la società esterna, di farlo solo quando la direzione è etica e corretta.

La chiave sta nel giudicare la differenza tra una direttiva e una direttiva che è veramente sbagliata.

Nessuno mette in dubbio che il buon senso sia fondamentale per essere un buon leader, ma è altrettanto importante per essere un seguace efficace.

Etica del lavoro

Un collaboratore efficace è un bravo lavoratore.

È diligente, motivato, impegnato, presta attenzione ai dettagli e si sforza di dare il meglio che può.

I leader ha la responsabilità di creare un ambiente che consenta di tenere conto di queste qualità e di premiarle, mentre è responsabilità del seguace efficace di essere un buon lavoratore.

Non esiste un cattivo lavoratore che è un collaboratore efficace.

Competenza

Il collaboratore efficace non può seguire senza essere competente nel compito che deve svolgere.

È obbligo del leader assicurarsi che il seguace sia competente.

A volte le cose vanno male perché il seguace non è competente per il compito da svolgere.

Quando ciò accade, i leader dovrebbero biasimare se stesso, non il seguace.

Un segno di scarsa leadership è incolpare i seguaci per non avere quelle competenze che non hanno.

Onestà

Il collaboratore efficace dovrebbe dare al leader una valutazione onesta e diretta di ciò che il leader sta cercando di ottenere e nel modo in cui lo vuole fare.

Questo è il caso in cui il seguace ritiene che l’agenda e la direzione del leader abbia dei punti imperfetti o maldestri.

Il rispetto e la cortesia sono importanti, ma non è accettabile che i seguaci non dicano niente mentre la nave sta andando contro la scogliera.

Un buon leader è grato per un feedback costruttivo da parte dei membri della loro squadra.

Un cattivo leader non accoglie il feedback e qui il seguace devono procedere con cautela.

Se la situazione è abbastanza seria, dovrebbe andare oltre il leader per guidare lui stesso oppure trovarsi un altro leader da seguire.

Coraggio

Abbiamo detto che un collaboratore deve essere onesto con chi lo guida, ma ci vuole del coraggio per essere onesti.

Ci vuole un vero coraggio per affrontare il leader.

Di tanto in tanto, ci vuole un vero coraggio per essere un collaboratore efficace.

Discrezione

Un collaboratore deve essere discreto nei confronti della sua squadra e del suo leader. Parlare in modo inappropriato del lavoro è nel migliore dei casi inutile e quasi sicuramente dannoso.

Discrezione significa semplicemente tenere la bocca chiusa.

Dovrebbe essere facile, ma molti lo trovano quasi impossibile.

Senza mezzi termini, non puoi essere un buon seguace e essere indiscreto.

Lealtà

I buoni seguaci sono fedeli alla loro squadra o organizzazione.

La lealtà verso l’impresa è particolarmente importante quando ci sono problemi, interpersonali o meno, con il leader.

Il seguace non fedele è inevitabilmente una fonte di difficoltà. Crea problemi tra i membri del team, compromette il raggiungimento degli obiettivi, spreca il tempo di tutti ed è una minaccia.

La lealtà non è un sinonimo di cagnolino o “yes-man”, ma è una forte aderenza ed impegno verso ciò che l’organizzazione sta cercando di fare.

Il seguace dovrebbe ricordare che il loro obbligo è verso l’organizzazione, non per il leader in un quel dato momento.

Gestione dell’ego

Un collaboratore effiace ha il suo ego sotto controllo. È un giocatore di squadra nel pieno senso del concetto ed ha buone capacità interpersonali. Il successo per i buoni seguaci è legato alle prestazioni e al conseguimento degli obiettivi, non al riconoscimento personale e all’autopromozione.

Per finire

Il seguace o collaboratore sarà sempre all’ombra del leader, ma non ci sono leader senza seguaci e raggiungere il successo con i seguaci deboli si rivelerà una cosa sfuggente.

È vero che ciascuna organizzazione è all’altezza dei suoi leader, ma anche all’altezza dei suoi membri.

Chiamiamolo collaboratore o seguace, se ti sforzerai di essere efficace in questo ruolo, stai solo accelerando il tuo viaggio verso la posizione di leader, che, in fondo in fondo, è quella che desideri.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Aiutami a condividere

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <