Perché la followership è importante quanto la leadership

followershipOggi ti voglio parlare di nuovo di “followership” e “follower”.

Chiaramente non intendo la “followership” dei social network che, soprattutto tra i giovani, ormai sta diventando una vera sindrome, ma della “followership” legata alla leadership.

Ne avevamo già parlato nel Tutorial n° 11

>> “La followership cosciente è leadership!“,

ma penso sia arrivato il momento di ampliare l’argomento con una rubrica a parte.

Mentre quando parliamo di “follower” possiamo facilmente tradurlo in italiano con la parola “seguace”, è difficile trovare una parola italiana diretta che traduce la parola “followership”.

Una buona traduzione può essere “l’insieme dei seguaci” o il cosiddetto “seguito” ancora meglio “la disponibilità a seguire un leader”.

Per evitare di essere riduttivo userò il termine inglese “followership” direttamente, come già si fa per il termine leadership.

In realtà un intero vasto settore della crescita personale è dedicato al tema della leadership: libri, riviste, blog, conferenze.

Questo è una cosa buona, ma perché solo pochi parlano della “followership”?

Questo interesse si è avuto perché quasi tutti si considerano leader o almeno lo aspirano a diventare.

In realtà, con tutta l’enfasi che poniamo sullo sviluppo dei leader (il mio blog si chiama Sviluppo Leadership, se lo avessi chiamato Sviluppo Followership sicuramente nessuno l’avrebbe seguito), spesso dimentichiamo l’importanza della followership e che i leader efficaci hanno bisogno di seguaci efficaci per avere successo.

Sia chiaro, la leadership conta molto, ma spesso nel ricercare la figura del leader migliore tendiamo nel perdere di vista le persone che questi leader guideranno (cioè la followership)

E come la leadership, anche la followership deve essere sviluppata ed insegnata.

Dopotutto, senza i collaboratori o i seguaci, il leader rimane solo un uomo con grandi ambizioni.

Il vero significato della followership

La followership non è l’opposto della leadership.

La followership non è l’obbedienza cieca, non recitare la parte di uno “yes man” o una passività nel sostenere il leader.

I seguaci non sono semplici “esegui ordini” che non fanno nulla per distinguersi.

Al contrario, i tratti di un’efficace followership corrispondono a quelli di una leadership efficace.

Proprio come ci aspettiamo che i nostri migliori leader siano altamente competenti, credibili e genuini, ci aspettiamo anche questi tratti dai migliori seguaci.

I follower hanno un enorme valore per un’organizzazione come collaboratori del leader nel raggiungimento del successo organizzativo.

Come seguaci ci aspettiamo che i nostri leader forniscano motivazione, direzione e influenza. Come leader ci aspettiamo che i nostri seguaci possano portare a termine il lavoro e ottenere risultati. È una relazione reciprocamente vantaggiosa ed è impossibile averne una senza l’altra.

Dal punto di vista della leadership, la chiave principale per comprendere la relazione tra leader e follower è quella di riconoscere che nessuno è né un solo tipo né l’altro.

Tutti noi ci muoviamo costantemente in entrambi i ruoli in tutti i nostri doveri e le nostre responsabilità quotidiane, magari nella stessa organizzazione o solamente in settori diversi della nostra vita (genitore, sportivo, volontario, uomo di azienda, militare, religioso, ecc.)

Indipendentemente dalla tua posizione o dal tuo incarico, hai un ruolo di follower che è tanto importante quanto il tuo ruolo di leader.

Le organizzazioni stanno in piedi o crollano in parte sulla base di quanto bene sono guidate dai loro leader, ma in parte anche sulla base di quanto bene si comporta la followership.

Esiste una relazione dinamica di mutuo vantaggio e supporto tra il leader e il seguace. Entrambi hanno bisogno l’uno dell’altro. È nell’interesse dell’azienda, squadra o organizzazione prestare attenzione ad entrambi e alla dinamica della reciproca relazione.

Credo che le organizzazioni o le aziende che guardano in modo onesto e aperto a questa dinamica e si concentrano su come supportare sia i leader che i follower hanno le maggiori possibilità di successo.

In fondo la followership non è altro che l’altro lato della leadership.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <