Miti sulla leadership: i 7 più comuni sul leader

miti sulla leadership

Conosci i miti sulla leadership? O le false credenze sul leader?

Nella vita, sicuramente, anche tu ti trovi ad  essere, in grande o in piccolo, un  manager, un supervisore, un capo e così via.

Magari in differenti organizzazioni con obiettivi differenti, quelle legate al mondo del lavoro, al non-profit,  allo sport, alla cultura, alla religione e alla politica.

Sebbene la tua posizione ti da l’autorità di realizzare determinati compiti e obiettivi, questo potere non ti rende un leader … semplicemente ti rende un capo.

Il leader fa sì che le persone vogliano raggiungere da sole alti obiettivi, mentre, dall’altra parte, un capo dice alle persone di realizzare un compito o un obiettivo.

Se tu sei arrivato fin qui, significa che stai cercando qualcosa sull’argomento, magari sei solo interessato al cambiamento di te stesso, oppure vuoi migliorare l’ambiente in cui operi.

Ogni cambiamento richiede una svolta, partendo con l’eliminazione delle false credenze e delle limitazioni che ti possono impedire il rinnovamento, facendoti rimanere intrappolato nelle vecchie abitudini.

Ho pensato di dedicare questo articolo ai più comuni miti sulla leadership o false credenze sul leader.

Se anche tu hai qualche mito, dovresti controllare che non sia tra quelli che ti andrò svelare, per non cadere in una trappola che possa limitare lo sviluppo delle  le tue competenze e capacità di leader.

Scommetto che sicuramente anche tu hai o hai avuto qualcuno dei miti sulla leadership come quelli che ti elencherò. Scopriamoli.

I miti sulla leadership più comuni

Ci sono molte idee sbagliate su ciò che costituisce un buon leader: immaginiamo qualcuno che è estroverso, carismatico o istruito.

Sebbene queste siano grandi qualità per un leader, potrebbero essere le ragioni principali per cui alcune persone non cercano ruoli di leadership.

Elenchiamo ora 7 più comuni miti sulla leadership o anche false credenze sul leader.

Il mito della Nascita

  • leader si nasce, non di diventa

Una credenza molto diffusa é che ci sono caratteristiche innate che rendono una persona un leader e che soltanto le persone con queste caratteristiche possono aspirare a diventare leader. Questo è il principale dei miti sulla leadership ed ha radici culturali profonde.

La convinzione diffusa che i leader sono tali dai  primi anni di vita, scaturisce da circa tremila anni di letteratura, che enfatizza il ruolo dell’eroe o “Grande Uomo” (te ne parlerò più avanti nelle Teorie sulla Leadership)

Questo mito è pericoloso, se applicato ai dirigenti nelle imprese e altre organizzazioni. Molti dei leader più importanti affermano che hanno dovuto imparare a guidare gli altri, imparando spesso con il sacrificio e attraverso le sconfitte.

Mettiti in testa che il leader è molto simile a te e a tutti noi, ma con la differenza che ha appreso e conosce meglio le competenze e le tecniche per esercitare  leadership!

Il mito della Nomina.

  • se sei nominato, allora sei un leader

Molte persone, anche al giorno d’oggi, sono  convinte che non si può essere leader, finché  qualcuno non ti mette  in una posizione e ti da una forte autorità.

Quante persone hai sicuramente incontrato nella tua esperienza e, chiaramente ciascuna  nel proprio  contesto, che sono dei leader senza avere una posizione?

Puoi raggiungere la vera leadership, attraverso l’influenza rafforzata dalle qualità del tuo carattere e dall’integrità del tuo comportamento.

Ricorda che non ci potrà mai essere nessuna autorità che  può rendere una persona un leader, se la sua squadra non lo segue!

Il mito del Sempre

  • se sei leader una volta, allora puoi essere un leader sempre

E’ molto diffusa la convinzione, che certe persone sono  capaci di riuscire come leader , in ogni luogo e tempo, non importa quali siano le circostanze.

Questo mito nasce dalla convinzione che se uno ha il carattere giusto può riuscire sempre,  e deriva dalla letteratura sul “Grande Carattere” (te ne parlerò più avanti nelle Teorie sulla Leadership).

Quanti leader di organizzazioni o team, non hanno lo stesso splendore, quando cambiano o vengono cambiate alcune circostanze (vita personale, età, squadra dei collaboratori, organizzazione, società, leggi, etc.)?

Pensa solo ad alcuni allenatori di calcio che diventano grandi con una squadra, vincono tutto per alcuni anni e poi non sanno più ripetersi altrettanto?

Nessuna credenza  sul presente o passato di una persona  come un leader, dovrebbe impedirti  di considerare gli altri, o te stesso, come un potenziali leader! La giusta circostanza fa emergere il leader!

Il mito del Carisma

  • per essere leader, devi essere carismatico  

Il termine carisma in psicologia denota la capacità di esercitare una forte influenza su altre persone: deriva dal greco “charis” (grazia) ed è stato usato dal primi cristiani con il significato di “dono divino”.

Quante volte  hai pensato che per essere leader devi essere carismatico?

Molte  persone la pensano così, cercando di trovare la pozione magica per avere carisma, e ricadendo nella stessa credenza del mito della “Nascita”.

La realtà è che alcuni leader sono carismatici, ma la maggior parte non lo sono. Il carisma è il risultato di una leadership efficace ma non è la causa.

Non hai bisogno di avere carisma per essere un leader, semmai, se sarai un leader efficace, avrai maggiori opportunità di  essere seguito e quindi di avere più carisma sugli altri.

Il mito dell’Estroversione

  • per essere leader, devi essere estroverso

Un’altra convinzione molto diffusa è che solo gli estroversi diventano leader.

La realtà è che alcuni leader sono estroversi, ma la maggior parte non lo sono: anzi ci sono molti leader che sono tranquilli, competenti, introversi ed hanno moltissimi seguaci .

Da alcune ricerche sui tratti che le persone desiderano nei loro leader. I risultati sono stati: l’ascolto, l’affidabilità, la cura dei collaboratori/seguaci, i non favoritismi, l’equità, la discrezione, la visione, la determinazione, ma ben pochi hanno messo in primo piano l’estroversione.

Se sei estroverso può essere un vantaggio per le relazioni sociali, ma non contare solo sulla tua estroversione, poiché le persone cercano in te altre qualità.

Spesse volte l’estroversione può essere un boomerang, se non contenuta a dovere.  Il mio consiglio è essere te stesso!

Il mito del Vertice

  • il leader è solo quello al vertice della piramide organizzativa

La credenza che più di altre ti può portare fuori strada è quella di pensare di collocare la leadership solo nella persona o nelle persone al “vertice” dell’organizzazione.

La leadership efficace non inizia e finisce con i responsabili e i dirigenti. Le opportunità per essere un leader esistono a tutti i livelli, per le persone (spero tu sia tra questi) che vogliono approfittarne.

Questo mito nasce dalla naturale propensione dell’essere umano a seguire qualcuno piuttosto che a guidare.

Guidare gli altri comporta responsabilità e sacrificio: quanto di più semplice nel farlo fare agli altri? Quante persone pensano che se l’organizzazione va male sia un problema di leadership?

Sicuramente tutte, ma quante di queste pensano effettivamente che sono loro stesse complici del cattivo funzionamento per non aver dato un contributo alla leadership di tutta l’organizzazione adeguato al proprio livello?

A partire da oggi anche tu hai il dovere di contribuire ad una “leadership  distribuita”, senza la quale al giorno d’oggi non si va da nessuna parte.

Se non vuoi farlo, mettiti da parte e lascia lavorare gli altri, ma accetta anche che  possono sbagliare!

Il mito del Controllo

  • il leader efficace comanda, controlla, e manipola gli altri

Questo forse è il mito più dannoso degli altri: il leader efficace non si dedica molto ad esercitare il potere sugli altri, ma piuttosto alla loro crescita e responsabilizzazione. Per essere un vero leader dovrai raggiungere  i tuoi obiettivi

  • non manipolando, ma motivando le persone ad agire nella tua stessa direzione;
  • non spingendo, ma attraendo le persone;
  • non ordinando a fare, ma ispirando le persone a fare;
  • non limitando gli altri, ma permettendo di usare le loro stesse capacità.

Se vuoi comandare, controllando/manipolando gli altri e pensi di essere un leader, in realtà non lo sei: gli altri ti obbediscono solo perché il contesto, per motivi vari, li fa sentire costretti a farlo.

Non appena perderai un po’ di potere, la maggior parte si allontanerà da te,  verso chi gli potrà assicurare la libertà che non ha.

La fine che hanno fatto molti leader, diventati in seguito “dittatori”, può insegnarti molte cose!

Molti altri sono i miti sulla leadership, ma se tiene a mente sempre queste più comuni false credenze sul leader, hai già fatto molto nel tuo cammino di sviluppo.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Discussion

  1. Franz
    • Pasquale

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <