I 10 migliori passi per praticare l’eccellenza!

EccellenzaNella società odierna, molti interessi economici e politici, danno ampio risalto alla mediocrità.

Ti posso assicurare che,per tutte quelle persone che vogliono migliorare sé stesse e gli altri, il saper eccellere è l’unico modo per distinguersi in un mondo che sarà sempre di più soggetto a continui cambiamenti.

L’eccellenza andrebbe insegnata soprattutto ai bambini e ai ragazzi, in modo che possano dare il meglio di sé quando saranno adulti.

Cercare l’eccellenza, in poche parole, significa andare oltre la media e fare molto di più di quello che ci aspetta da te.

Tale qualità, come già visto, è il quinto dei sei ingredienti per fare un leader.

Eccellenza è percorrere il chilometro in più, cosa che non tutti vogliono fare.

Ti posso assicurare che l’eccellenza porta con sé anche l’inconveniente di attirare l’invidia di alcune delle persone che, non volendo percorrere il chilometro in più, faranno di tutto per denigrarti e farti apparire anormale.

Ti dico però due buone cose:

  • se cerchi l’eccellenza, sicuramente sei una persona caparbia, che tiene duro e alla fine la spunta su tutto;
  • per fortuna le persone che ti invidieranno sono poche, molto di meno di quelle che ti ammireranno.

Ecco allora 10 consigli per allenarti e tenerti in forma con l’eccellenza!

Il miglior allenamento per eccellere

Avere un obiettivo sfidante e piacevole

Non lasciare che il tuo obiettivo sia un obiettivo qualsiasi, ma un obiettivo grande che ti possa emozionare, ispirare e per il quale vale la pena lottare. Assicurarti che l’obiettivo sia qualcosa hai fissato per te stesso in quanto, se non lo è, è probabile che in realtà tu non lo vuoi perseguire.

Avere come confronto i migliori

In qualsiasi campo o cosa su cui sei impegnato o stai lavorando, guarda le persone migliori del settore, quello che fanno e i risultati che ottengono. Fissa i tuoi obiettivi allo stesso livello dei loro migliori risultati o almeno cerca di tendere verso essi.

Imparare dai migliori

Piuttosto che cercare di imparare tutto da zero, è più facile far leva su gli insegnamenti e gli sforzi già fatti da altri, più esperti, partendo e costruendo da quel punto. Concentra il tuo sforzo per fare qualcosa in più, piuttosto che inventare quello che già esiste. Agganciati alle persone migliori del settore, impara da loro, sviluppa le tue idee e dai il tuo contributo.

Avere una strategia

La strategia è più che una semplice pianificazione. Un piano è semplicemente lo sviluppo di ciò che si sta per realizzare, mentre la strategia è la chiave segreta per far si che il tuo piano abbia successo.

Lavorare duro

Avere una strategia significa lavorare in modo intelligente, ma per avere successo, è necessario sia lavorare intelligentemente ma anche lavorare duramente. D’altra parte se il tuo obiettivo è sfidante e piacevole, lavorare duro per ciò che ti piace non ti peserà molto. Ricorda che per eccellere devi “percorrere il chilometro in più prima degli altri”.

Sovraccaricare le risorse

Se pensi che una volta stabilito un piano e una strategia, partendo dall’inizio ed arrivando alla fine, tutto sarà come hai pensato, sbagli di grosso. Ogni piano ed ogni strategia fa parte del mondo delle ipotesi per raggiungere un obiettivo che non hai mai raggiunto prima oppure, se lo hai già raggiunto, è solo una idea, mentre nella realtà tutte le condizioni al contorno sono già cambiate.

L’unico modo per anticipare questi cambiamenti ed assicurare l’obiettivo è far “percorrere il chilometro in più a tutta la squadra”, cioè sovraccaricare le risorse. Nel caso in cui le tue previsioni sono giuste e non hai bisogno di sforzi ulteriori, allora supererai gli obiettivi prefissi e questo sarà grandioso, cioè eccellente.

Credere che ce la puoi fare

Avere fiducia in se stessi è fondamentale per ogni successo. Per fa si che gli altri possano credere in te, prima devi credere in te. Dopo devi credere nella tua visione e alla fine devi credere nella tua squadra.

Non ti limitare

Non avere paura di sperimentare ogni singola cosa che ti può portare al risultato. In effetti, preoccupati di più per le potenziali opportunità che potresti perdere se eviti di provare qualcosa.

Non mollare mai

Non bisogna mai rinunciare, perché la sconfitta non si verifica fino a quanto non la accetti come tale. Questo non significa non essere realista, ma, adattando la tua idea alla realtà, tieni duro finché non ottieni un risultato. Se un certo problema è troppo grande per te da gestire, scomponilo in parti più piccole in modo che sia più facile farvi fronte, ottenendo prima dei risultati intermedi.

Essere flessibile

La flessibilità è un pilastro dell’eccellenza. Poiché il cambiamento è inevitabile, a nulla serve combatterlo, anzi bisogna saperlo gestire ed usarlo addirittura a proprio vantaggio. Questo vale per tutte le cose della tua vita, ma anche per i tuoi piani: non essere troppo attaccato ad essi e sii pronto a modificarli o annullarli.

Ricorda che non puoi scegliere direttamente le circostanze in cui ti trovi, ma può scegliere i tuoi pensieri e con essi plasmare le tue circostanze.

Se conosci qualche altro passo per arrivare all’eccelenza ti sarei grato se lo condividi!

Alla prossima.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <