Ma cosa è la leadership?

lezione leadership 3

… la leadership è come l’ Abominevole Uomo delle Nevi, le cui impronte sono dappertutto, ma che da nessuna parte è stato visto.

– Bennis & Nanus – ‘Leaders: Strategies for Taking Charge’

Il cosa sia la leadership è un argomento che ha avuto sempre un grande interesse, sin dai primi filosofi Greci come Platone e Socrate, attraverso il Rinascimento con “Il Principe” di Machiavelli,  fino ai nostri giorni, dove stazioni ed aeroporti sono pieni di libri scritti da una grande schiera di guru.

Quale è oggi il significato della parola leadership?

Facendo un passo indietro il verbo inglese “to lead” deriva dall’antico Sassone “ledian” o Germanico “leiten”, che ancora attualmente in tedesco significa condurre. La parola italiana condurre deriva dal latino cum=insieme e ducere=tirare da cui derivava la parola dux=condottiero.

Quindi, la parola leadership letteralmente significa conduzione, guida, direzione, da cui il significato di leader come conducente, condottiero, direttore.

Tornando ai nostri giorni, il significato letterale non cambia e riesce a dare una ben precisa idea di cosa stiamo parlando, ma l’essenza sembra essere simile a quella di altre parole come amore, potenza, intelligenza, ecc. il cui concetto è essenzialmente legato al contesto.

Per esempio dovremmo chiederci se possono essere considerate leadership quelle di Hitler, Stalin, Saddam Hussein?

Oppure esse sono solamente delle tirannie basate sulle minacce, violenze e intimidazioni, piuttosto che su dei processi di influenza interpersonale più frequentemente associati alla “vera leadership”?

Sicuramente ci sono varie tendenze: alcuni vedono la leadership come una serie di specifici tratti o caratteristiche umane; altri la vedono come il possesso di alcune abilità e conoscenze; altri ancora la vedono come un processo di relazioni e influenza.

Personalmente sono più d’accordo con il terzo filone: infatti, precedentemente avevo affermato che la leadership di oggi, deve gestire le relazioni tra 5 elementi chiave (le abilità personali, le aspirazioni dei seguaci, la cultura dell’organizzazione in cui agisce, le aspettative degli interessati, la comunità in cui opera).

Partendo da questi presupposti, una definizione di leadership, che a   me piace molto, è :

una relazione che crea un cambiamento positivo per se e per gli altri, attraverso la motivazione, la condivisione e la corresponsabilità nel raggiungere un obiettivo prefissato (dove chiaramente gli altri  fanno ciò senza costrizioni).

Attenzione!

Questo è accaduto o accade anche in situazioni paradossalmente negative, che il leader crede (o fa sembrare) positive: basti pensare alle sette a scopo malefico e manipolatorio o, per esempio, al caso di Hitler con il nazismo, ma la leadership non è questa!

La prossima volta presenterò 3 visioni fondamentali e complementari della leadership, che chiariscono la confusione che regna nella ricerca sul fenomeno della leadership.

Alla prossima.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Discussion

  1. Giovanni
    • Pasquale
  2. cristian
    • Pasquale

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <