La micro-leadership e lo stile del leader: 4 caratteristiche

Aiutami a condividere

micro-leadership

Tratta le persone come se fossero ciò che vorrebbero essere e le aiuterai a diventare ciò che possono essere.

J. W. Goethe – Letterato e filosofo tedesco

Hai mai sentito parlare di micro-leadership?

Cone questo articolo siamo arrivati all’ultimo approfondimento sulle tre differenti prospettive della leadership.

Dopo avere esplorato la meta-leadership (fuori l’organizzazione)

>>> La meta-leadership: le 6 principali caratteristiche

e della macro-leadership (dentro l’organizzazione)

>>> La macro-leadership: le 4 principali caratteristiche

approfondirò  il significato della micro-leadership, la prospettiva della leadership che riguarda lo stile di leader che ciascuno dovrebbe adottare nelle relazioni più dirette con i collaboratori.

Voglio precisare, che come la macro-leadership, anche la micro-leadership si riferisce alla leadership dentro l’organizzazione (cioè influenzata da posizioni di autorità o potere).

La micro-leadership: le 4 caratteristiche.

Le caratteristiche principali della micro-leadership sono:

  1. essa si esercita dentro le organizzazioni: il leader è un membro dell’organizzazione (come nella macro-leadership);
  2. è influenzata dalla posizione: le posizioni di autorità rappresentano il management (come la macro-leadership);
  3. getta le basi per creare un buon clima di lavoro (microclima): il micro-leader dovrà “creare una atmosfera efficiente di lavoro”, dove le persone hanno voglia di collaborare nel portare a termine il compito assegnato;
  4. mette in risalto lo stile del leader e la sua capacità di adattamento:
    • il micro-leader dovrà adattare il tuo atteggiamento alla duplice dimensione dell’ orientamento al compito e dell’ orientamento alla relazione;
    • il micro-leader dovrà, quindi, adattare il giusto stile di leader in funzione del singolo collaboratore (relazione) e del lavoro che deve eseguire (compito).

Se lo stile di leadership che adopererai sarà adeguato, le persone opereranno in una buona atmosfera di lavoro ed otterrai la loro collaborazione volontaria.

Conclusioni

In parole semplici,

la micro-leadership si esprime attraverso il tuo stile di leader, che agendo da colui che “crea un’atmosfera positiva”,  connette in modo volontario le persone al compito da svolgere e crea collaboratori volenterosi.

Ponendoti  domande sui tuoi collaboratori del tipo:

  • di cosa ha bisogno quel collaboratore?
  • come posso farlo lavorare meglio?
  • dove devo arrivare io e dove lui?
  • quanto  posso delegargli?
  • cosa lo motiva e come posso motivarlo?
  • quali responsabilità gli posso affidare ?
  • che capacità ha e dove può riuscire meglio?

come micro-leader, devi riuscire a creare motivazione, impegno e tranquillità nel collaboratore.

Esempi di micro-leader sono tutte le persone di una organizzazione che guidano gruppi di lavoro, singole persone che fanno da tutor a un altra persona, gli insegnanti nelle scuole, gli allenatori di team sportivi, gli educatori,  i genitori verso i figli, e così via, quando la relazione può anche essere del tipo “uno a uno”.

La Micro dovrebbe essere la più diffusa delle 3 propsettive sulla leadership.

Dovunque ci sia una organizzazione, una comunità o un ambiente di rapporti umani, chiunque, qualunque sia il suo ruolo, ha il dovere di adottare uno stile di leadership che faciliti la crescita e il miglioramento degli altri e, conseguentemente, di sé stesso.

Sviluppare la micro-leadership è l’impegno che tutto possono perseguire, per dare il contributo ad un miglioramento globale, anche non avendo le caratteristiche e le doti naturali dei meta-leader.

A questo punto sarai d’accordo che è importante sviluppare la tua leadership, senza dover pensare per forza ai grandi leader.

Ovunque e qualsiasi sia il tuo ruolo, per guidare gli altri avrai bisogno di imparare metodi per sviluppare, mantenere e migliorare  delle relazioni trasversali.

E tu, nel ambiente,  che stile adotti?

Ti applichi veramente per motivare, aiutare e  agire positivamente chi ti sta vicino, che sia collaboratore o collega?

Nel prossimo tutorial  ti parlerò del dilemma più diffuso della leadership e di come le convinzioni di molte persone su di essa sono errate.

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Aiutami a condividere

Discussion

  1. Giovanni
  2. Fabio Libes
    • admin
  3. momochii
    • admin
  4. Maurizio
    • Pasquale

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <