Come essere un buon leader nel 2019: ecco 12 consigli utili

Aiutami a condividere

Senti di essere un buon leader o hai tanto da migliorare?

essere un buon leader

Non importa se gestisci un’azienda, gestisci un’organizzazione o una squadra, ma le capacità di leadership per essere un buon leader sono molto importanti in qualsiasi cosa tu faccia, anche solo per guidare te stesso nella vita che percorri tutti i giorni.

Alcune persone sembrano già nati sapendo cosa fare per essere un buon leader, ispirando e guidando le persone, ma per la maggior parte di noi questo non è naturale.

Fortunatamente per tutti, la leadership non è un dono magico, ma un insieme di abilità che è possibile acquisire e praticare.

Potrebbe essere più facile per qualcuno che per altri, ma lo sviluppo della leadership per essere un buon leader è alla portata di tutti noi.

Devi solo volerlo e essere disposto a lavorare per sviluppare la tua leadership.

Se vuoi dare una svolta alla tua leadership nel 2019, allora leggere questo articolo ti può aiutare a farlo.

Inoltre, Sviluppo Leadership. con i suoi tantissimi articoli e guide ti può aiutare a farlo.

Per il 2019, preferisco darti dei consigli per essere un buon leader, ispirandomi al blog di Ugo Perugini – attraverso i suoi 12 suggerimenti utili per essere un buon leader.

Esaminiamoli uno per uno.

I consigli per essere un buon leader

Di seguito 12 suggerimenti utili per provare a migliorare come leader nel nuovo anno, con alcun citazioni dirette riportate dal blog di Ugo Perugini.

Un leader conosce le priorità e il valore dei suoi interventi

Per essere un buon leader devi saper distinguere le priorità dalle urgenze.

Questa è una delle Leggi fondamentali della leadership: La Legge della Priorità.

La maggior parte dei leader si impegna sulle piccole cose per cercare di farle nel modo giusto (l’apparenza, l’immagine, ecc), ma poi trascura quelle importanti, rischiando di sbagliare, e poi si chiede perché non ha realizzato molto.

Un buon leader stabilisce e rispetta le regole per sé e per la sua squadra

Un vero leader stabilisce le regole del gioco per tutta la squadra ma anche per sé stesso, nel senso che lui in prima persona deve dare l’esempio rispettandole in prima persona.

Se non lo fa ne è a rischio la sua integrità, una caratteristica essenziale per una leadership duratura.

Aspettati le sconfitte, ma sii sempre pronto a rialzarti e a impegnarti per una nuova sfida. Concentrati sul miglioramento continuo della tua performance, non tanto sulla vittoria. Preparati in modo serio, coerente, e soprattutto non perdere di vista i dettagli. E’ nei dettagli che si vede la differenza.

Un buon leader ha bisogno di ricevere critiche serie

Un buon leader può crescere continuamente solo se acccetta i feedback sul suo modo di guidare.

Un nemico della leadership è l’ego, che può farti perdere la retta via e farti diventare un leader inefficace.

Come leader, bisogna capire che in ogni sforzo che si compie non ci deve mai essere spazio per l’ego, ognuno risponde solo dei risultati che ottiene. E il compito del leader è pianificare la sua azione per raggiungerli. E’ necessario, perciò, sottoporre attivamente ogni progetto a continui feedback in modo che sia possibile migliorarli sempre.

Un leader sa cogliere le opportunità

Di fronte agli ostacoli possiamo rinunciare e adottare l’atteggiamento del “povero me”, oppure guardare le avversità come un’opportunità per crescere e trovare altri modi per fare le cose.

Saper girare gli ostacoli in opportunità è una delle strategie di successo nella vita e nel lavoro.

I leader non aspettano che le cose accadano. Nessuno offre ai leader il successo su un piatto d’argento. I leader sanno cogliere le opportunità, non importa quanto piccole o dissimulate possano essere.

Un leader pensa a lungo termine 

Un leader non è un leader senza una visione, in quanto solo un visione sempre costante sul futuro permette di tenere costantemente monitorata la meta e gli obiettivi che si vogliono raggiungere per sé e per gli altri.

Solo allungando l’orizzonte temporale, puoi impegnarti in attività che altrimenti non potresti mai perseguire.

Un leader fa la cosa giusta, affrontando qualsiasi ostacolo imprevisto

Abbiamo già visto in precedenza quanto sia importante un leader avere delle priorità e non confondere le priorità con le urgenze.

Saper leggere la giusta situazione e capire cosa c’è da fare, però, non è abbastanza per avere successo.

La Legge del Tempismo afferma che: solo la cosa giusta fatta al momento giusto porta al successo!

La nostra incapacità di dare un senso appropriato alla nostra realtà che cambia è l’ostacolo maggiore.

Un leader resta lucido

Per un a leadership duratura un leader ha bisogno di mostrare una forte integrità, senza farsi abbbagliare dal successo.

Per far questo è necessario un forte carattere e una forte padronanza di sé.

Il successo, il denaro e il potere possono intossicare un leader. Proprio nei momenti in cui le cose vanno bene occorre che il leader sappia prendere “le distanze” e mantenere un comportamento sobrio e contenuto.

Un buon leader è umile

Un leader se vuole un successo duraturo deve imparare a pratica l’umiltà,

In verità l’umiltà è una qualità umana quasi paradossale, poiché se se non la si pratica veramente con il cuore, può essere manovrata dalla ragione come un’arma per nascondere una presunzione di perfezione.

Un leader che ritiene di possedere il tocco di Mida prima o poi paga questa sua tracotanza.

 Un buon leader è generoso

Una delle 21 Qualità Indispensabili del Leader è la generosità.

Un leader efficace, il tipo di leader che le persone seguono, non raccoglie le cose e le competenze solo per se stesso, ma le raccoglie per equipaggiare e dare valore agli altri.

Come sviluppare la generosità è un fondamentale percorso che ogni leader deve fare.

Puoi sempre riconoscere un leader dalla sua generosità verso gli altri, in particolare le persone che lavorano per lui e con lui.

Il leader pone la missione al di sopra di sé stesso

Un vero leader sceglie di servire la sua missione al di sopra degli interessi personali.

Ciò significa anche non fare l’errore N° 1 della leadership che è quello che un leader fa quando antepone i propri interessi rispetto al gruppo di cui è leader.

Il leader è sempre controllato

Un buon leader possiede una forte auto-consapevolezza emotiva, cioè sa riconoscere le proprie emozioni e sa gestirle al meglio attraverso una forte padronanza di sé, in modo da poterle indirizzare verso gli obiettivi che si è prefisso.

Rimanere freddi in tempi di crisi e di avversità è una delle abilità più critiche. Il peggio che può succedere non è l’evento in sé, ma il fatto che il leader non sia in grado di gestirlo e non riesca a mantenere la calma e il controllo della situazione.

Il leader è un buon lettore

Il buon leader è in constante evoluzione e in miglioramento continuo.

Leggere molto permette di acquisire molta conoscenza e altri punti di vista.

Attraverso la lettura di vite, successi altrui, fallimenti e realizzazioni, si può incrementare i modi di vedere la vita e risparmiarsi di percorrere strade errate che l’esperienza di altri invita a non intraprendere.

La leadership richiede un impegno e uno studio costante. Alcuni nascono con il dono del carisma, ma pochi diventano leader senza aver studiato ed essersi impegnati sul serio

Per finire Ti Auguro un Fortunatissimo Anno Nuovo e, se vuoi leggere qualcosa di interessante durante l’anno, ti rimando al mio libro

>>> L’Altra Strada per il Successo

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
CHE NE DICI DI ISCRIVERTI ?

Subito in regalo per te LA GUIDA AL BLOG e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER
Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Aiutami a condividere

Lascia un commento

Riceverai tutti gli aggiornamenti del blog
ISCRIVITI !

Subito in regalo per te
LA GUIDA AL BLOG
e LE 10 FALSE CREDENZE SUL LEADER

Se vuoi saperne di più >>>

Grazie per esserti iscritto.

Qualcosa è andata storta.

Iscrivendoti acconsenti a ricevere periodicamente delle email con novità, risorse, consigli e promozioni relative ai temi che trattiamo. I tuoi dati non verranno mai condivisi con terze parti e saranno protetti in accordo alla nostra > Privacy Policy <